Costruire una Bio-azienda

L'unità produttiva di Ecotoys

L'unità produttiva di Ecotoys

Uno dei progetti Ecotoys e’ la sperimentazione di un nuovo modello di azienda che permetta di migliorare il territorio dove si opera, sia dal punto di vista ambientale che dal punto di vista culturale. Una “bio-azienda” non è guidata dal profitto ma dal fare azioni concrete a salvaguardia dell’ambiente. Una bio-azienda deve consumare meno risorse ed energia possibili cercando di focalizzarsi su materie prime locali con un consumo sostenibile nel tempo. L’azienda così diventa un potente strumento di cambiamento. Nello stesso tempo l’azienda deve essere un luogo ideale per i propri addetti ed essere aperta e trasparente verso clienti, fornitori e la comunità locale.

Annunci

5 Risposte to “Costruire una Bio-azienda”

  1. Sara Cicala Says:

    Leggo con emozione il vostro sito e riesco di nuovo a credere che un’alternativa all’industria sia davvero possibile e addirittura utilizzando l’industria stessa!Vivo a Treviso, lavoro come impiegata commerciale estero in un’azienda di climatizzatori e sto cercando di dare un senso al mio lavoro. Qui dentro credo sia davvero impossibile trovarlo perchè tutto va contro ai miei principi e alle mie aspettative per il futuro, non solo mio, di tutti: qui non c’è alcuna sensibilizzazione ambientale, non c’è rispetto dei piccoli ma fondamentali gesti quotidiani per ridurre l’impatto ambientale, dall’uso moderato dei climatizzatori, in estate, a quello del riscaldamento, in inverno. Non vengono spenti i Pc e le luci, nè i led dello schermo, non viene riciclata la carta o solo in minima parte e anche la plastica dei bicchieri utilizzati per il caffè non viene riciclata. Ho provato a portarmi via la mia tazzina per il caffè e spronare anche i colleghi a portarsela da casa, risparmiando così una marea di plastica, ma non c’è nulla che li spinga a pensare all’ambiente.
    Sono molto scoraggiata da questi comportamenti e credo che basterebbe davvero poco per invertire lo stile di vita senza grandi sacrifici ma anzi, con piccole soddisfazioni quotidiane.
    Ero a Milano quando ho trovato il banchetto dei vostri giocattoli ecologici e mi sono illuminata. Il ragazzo che mi ha venduto la scatola degli Happy Mais mi ha un pò illustrato la vostra realtà ed invitato a visitare il vostro sito.
    Innanzitutto vi faccio i complimenti per investire il vostro tempo e le vostre risorse in questi progetti ecologici e soprattutto nel farlo utilizzando tutte le caratteristiche di una comune azienda, ma valorizzando davvero l’obiettivo del vostro lavoro, la complicità che c’è tra i membri della’zienda, accomunati da una passione vera, comune.
    Tutto ciò che suona come vane parole nelle altre realtà aziendali.
    Spero di potervi venire a visitare prestissimo, in modo da vedere e toccare con mano la vostrà realtà.
    Ora attendo che mi nipote apra il suo regalo per vederla giocare serena e spiegarle il significato del giocattolo che le abbiamo regalato, è su di lei che spero ancora, per cambiare il nostro e il suo futuro.
    Grazie per le informazioni sulle vostre iniziative che vorrete segnalarmi tramite email.
    Saluti,
    Sara Cicala

  2. Stefania Perinelli Says:

    …….stavo cercando dei giochi per bambini ecologici o equosolidali e ho appreso di voi e del vostro progetto…..quanto vi ammiro e vi “invidio”!
    Quell’invidia sana che ti stimola a tenere duro perchè altri credono nei tuoi stessi valori e qualcuno riesce persino a realizzare progetti che meritano tutta la nostra ammirazione.
    Grazie,

    stefania

  3. luciana Says:

    Gentilissimi,innanzitutto mi colmplimento per gli splendidi prodotti!
    Si potrebbe aprire un negozio nella mia città in qualche modo e vendere i vs prodotti?
    Sono una naturalista mamma…
    aspetto vs news

    luciana stella

  4. Mimì Penone Says:

    Sono una insegnante che ha visitato il vostro centro; ho parlato di voi al corpo insegnante del mio plesso di Figino Serenza e vi ho inseriti nel mio progetto di educazione ambientale.
    Vi contatteremo per visitare il vostro centro e per parlare insieme di rispetto dell’ambiente.
    Come cittadina spero di non essere presentuosa nello sperare di vedervi alla mostra-mercato L’Isola che c’è che si terrà a Villaguardia il 18-19/10/2010
    Complimenti ancora per il progetto di vita che proponete
    Cari saluti
    Mimì

  5. serena Says:

    Complimenti alla vostra intraprendenza e al vostro coraggio! Mi riallaccio alla domanda che vi è gia stata rivolta da Luciana: Si potrebbe aprire un negozio nella mia città in qualche modo e vendere i vs prodotti?
    Anche io sono una naturalista mamma…
    Grazie in anticipo per eventuali consigli.
    Serena Orli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: